L’America è un enorme mercato per esportare prodotti alimentari italiani. Vi spieghiamo perché.

Nel secondo trimestre del 2020 grande crescita dell’export italiano verso gli Stati Uniti
(Aggiornamento Settembre 2020)
Pur nel pieno della crisi scatenata dalla pandemia di COVID-19, la vendita di specialità alimentari italiane in America continua con un lieve aumento delle esportazioni.

Export totale Italia/USA Gen-Mag:
2019: euro 16.811 MLN
2020: euro 18.243 MLN

Esportazioni Italia/USA di Prodotti Alimentari e Bevande
Primo trimestre 2020: euro 1225 MLN +15.9% rispetto allo stesso periodo 2019
In particolare, le esportazioni di vino in bottiglia hanno raggiunto il valore di euro 425 MLN, record assoluto per il primo trimestre[fonte: Us Census Bureau e ISTAT]

In aggiunta ai dati di esportazione dall’Italia, segnaliamo che nel bimestre Aprile / Maggio 2020 le vendite di pasta e di prodotti da forno [inclusi i dolci] sul mercato americano sono aumentate di oltre il 60% rispetto allo stesso bimestre del 2019. Il dato si riferisce alle vendite totali di pasta e prodotti da forno, sia di importazione [da tutti i paesi e quindi non solo dall’Italia] sia di produzione interna da parte di produttori americani

Il record di esportazioni di prodotti alimentari italiani in America affonda le sue radici nel cambiamento dei gusti alimentari degli americani innescato dai Millennials che hanno rivoluzionato i gusti, le abitudini di consumo e i modelli di acquisto dei prodotti alimentari in America

La generazione dei Millennials, ora la più importante dal punto di vista del potere di acquisto in America, ha letteralmente rivoluzionato le abitudini di acquisto dei prodotti alimentari in America. Le parole d’ordine per vendere prodotti alimentari in America sono diventate “no OGM”, “minimally processed”, etichette pulite con pochi ingredienti, “naturale”, “senza glutine”, “senza conservanti artificiali”, “senza ormoni”, “senza antibiotici”, “cruelty free”.. in generale viene anche richiesto un atteggiamento di responsabilità sociale ai produttori di prodotti alimentari.

Gli sviluppi in atto nei modelli di consumo americani rappresentano un’opportunità unica per esportare i prodotti alimentari italiani in America
I trend in atto nei consumi alimentari in America favoriscono quello che da sempre rappresentano i principi dell’industria alimentare italiana. I presupposti ci sono tutti: l’industria alimentare italiana incorpora da sempre i vaori che adesso si stanno imponendo anche nei consumi alimentari in America.

Anche in termini di sicurezza delle produzioni alimentari noi italiani siamo in una posizione unica per adattarci senza problemi alla recente normativa amercana emessa dalla FDA e che prevede l’adozione del Food Safety Plan [normativa FSMA]

I prodotti alimentari italiani e l’industria degli alimentari italiana hanno tutti i presupporti per poter esportare in America ancora di più e consolidare le vendite e le posizioni di mercato già acquisite negli USA.

Volete trovare nuovi buyer negli USA?
Scrivici a: info@italiantasty.com

EnglishItaly